Dove: Teatro de LiNUTILE
Indirizzo: Via Agordat 5, Padova
Inizio spettacoli: ore 21
Biglietto intero: 10€
Biglietto ridotto: 8€
(Studiare a Padova Card, corsisti TOP, bambini fino ai 12 anni)
Prenotazioni:
info@teatrodelinutile.com – tel. 049/2022907

Rassegna inserita all’interno della stagione TOP – Teatri Off Padova

Alto Fragile al Teatro de LiNUTILE a Padova
SABATO 8 NOVEMBRE 2014 | Prosa

Alto fragile

Trento Spettacoli

Di e con: Maura Pettorruso, Stefano Pietro Detassis, Flora Sarrubbo, Christian Mair
Luci e audio: Alice Colla
Organizzazione: Daniele Filosi

Il progetto prende le mosse dalla traccia del bando Premio Nuova Scena 2014 del Teatro Stabile di Bolzano e del Centro Servizi Culturali Santa Chiara di Trento per intraprendere una riflessione e una ricerca che porti a costruire uno spettacolo su un tema, la cosiddetta questione sudtirolese, che al contempo ha le sue origini nella Prima guerra mondiale, si protrae fino ai nostri giorni con vicende alterne, e getta un ponte verso il futuro, quello del secolo XXI appena cominciato.

Quello che ci interessa è provare a raccontare la storia di una terra portando in scena proprio la dialettica tra due lingue, e quindi tra due culture e due mondi che, seppur  lontani, sono tenuti a parlarsi e a trovare modi e forme di comunicare per convivere. Immaginiamo quindi un lavoro che porti sul palco anche concretamente le due lingue, arrivando a creare uno spettacolo che sia fruibile in entrambi gli idiomi – tedesco e italiano – e che dal confronto dei personaggi – di lingua tedesca e di lingua italiana – faccia emergere una riflessione sulla conflittualità e sulla convivenza tra diversi nella società contemporanea che viviamo, e non solo, quindi, in Alto Adige.

Dove: Teatro de LiNUTILE
Indirizzo: Via Agordat 5, Padova
Inizio spettacoli: ore 21
Biglietto intero: 10€
Biglietto ridotto: 8€ (Studiare a Padova Card, corsisti TOP, bambini fino ai 12 anni)
Prenotazioni:
info@teatrodelinutile.com – tel. 049/2022907

Rassegna inserita all’interno della stagione TOP – Teatri Off Padova

Al Forester al Teatro de LiNUTILE a Padova
SABATO 15 NOVEMBRE 2014 | Prosa

Al Forester. Vita accidentale di un anarchico

Teatro del Tempo

Di: Matteo Bacchini
Con e regia: Savino Paparella
Direzione tecnica: Antonio Rocco Buccarello

Al forestér è Antonio Cieri: soldato di leva, ferroviere, anarchico, antifascista, morto su una collina spagnola in un giorno di aprile. Al forestér è un attore solo che è tante voci diverse. Al forestér è un’idea di libertà. In piazza Castello a Torino c’è il monumento alla III Armata: soldati di ferro alti due metri, con la mascella volitiva e lo sguardo all’orizzonte, circondano il Duca d’Aosta che li comandava durante la I Guerra Mondiale.Anche Cieri ha combattuto nella Grande Guerra, ma non aveva la mascella volitiva. Era un ragazzo coraggioso e spaventato, che non capiva come si potesse morire a vent’anni per conquistare una trincea e poi diventare la statua di ferro che guarda con riconoscenza un Savoia circondato dai piccioni.Al forestér è la storia di come un ragazzo diventa un uomo. E di come un uomo diventa un uomo libero.

Una storia che oggi sarebbe eccezionale: i moti di Ancona, le barricate di Parma, l’esilio in Francia e la guerra di Spagna, sempre dalla parte sbagliata, dalla parte degli sconfitti. Una vita accidentale. Una vita piena di immaginazione. La nostra storia di Cieri è accidentale e piena di immaginazione: i fatti che lo hanno visto protagonista si fermano un momento prima di diventare retorica, sguardi di ferro all’orizzonte, e lasciano il posto alla storia personale di Cieri, una storia che nessuno conosce (perché di Antonio Cieri sono rimaste pochissime notizie) e che abbiamo immaginato mettendoci dal punto di vista di un uomo che pensava poesie. Italo Balbo, Mussolini, Francisco Franco sicuramente pensavano cose diverse. Non può essere che così. E da qui siamo partiti per raccontare la vita di un uomo che credeva nella vita: una vita libera. Come Antonio Cieri, che pensava poesie in abruzzese e combatteva sempre dalla parte sbagliata. Forestiero dappertutto, a casa in ogni luogo.

Dove: Teatro de LiNUTILE
Indirizzo: Via Agordat 5, Padova
Inizio spettacoli: ore 21
Biglietto intero: 10€
Biglietto ridotto: 8€ (Studiare a Padova Card, corsisti TOP, bambini fino ai 12 anni)
Prenotazioni:
info@teatrodelinutile.com – tel. 049/2022907

Rassegna inserita all’interno della stagione TOP – Teatri Off Padova

Cyrano dans la lune al Teatro de LiNUTILE a Padova
SABATO 22 NOVEMBRE 2014 | Prosa

Cyrano dans la lune. Storia di un naso che voleva arrivare sulla Luna – ANNULLATO!

Compagnia Villari – Deluca

Di e con: Daniele Villari, Max Deluca

Una Luna, un marchingegno a rotelle, una valigia, una spada, due attori- clown (un poco attori ed un poco clown) ed una storia. Quella di Cyrano de Bergerac: in questo caso “osservata” attraverso il personalissimo sguar- do dei due protagonisti. lo spettacolo scivola dalla prosa al gioco clown, dalla parodia al melodramma e ben presto la narrazione sposta il piano del racconto dall’opera teatrale alla figura di Hercule Savinien Cyrano de Bergerac: l’uomo che ispirò la popolare opera di Edmond Rostand. Un uomo realmente esistito e non un personaggio di fantasia come spesso er- roneamente si crede.

Tra aneddotti della vita reale di Cyrano e spunti tratti dal suo romanzo “Viaggio sulla Luna”, il testo si intreccia inevitabilmente con l’opera teatrale di Edmon Rostand. Quest’uomo, Hercule Savinien Cyrano de Bergerac, sostituito nella realtà dal personaggio romanzato, ha una storia affascinante tutta da scoprire. Uno spirito libero ed un coraggio- so ma con un gran numero di nemici a causa del suo carattere impulsivo e della sua propensione a combattere (a suon di spada e testi) qualsiasi ingiustizia.

Dove: Teatro de LiNUTILE
Indirizzo: Via Agordat 5, Padova
Inizio spettacoli: ore 21
Biglietto intero: 10€
Biglietto ridotto: 8€ (Studiare a Padova Card, corsisti TOP, bambini fino ai 12 anni)
Prenotazioni:
info@teatrodelinutile.com – tel. 049/2022907

Rassegna inserita all’interno della stagione TOP – Teatri Off Padova

Testa di rame al Teatro de LiNUTILE a Padova
SABATO 29 NOVEMBRE 2014 | Prosa

Testa di rame

Orto degli ananassi

Di: Gabiele Benucci, Andrea Gambuzza
Regia: Omar Elerian
Con: Ilaria Di Luca, Andrea Gambuzza
Scenografia: Stefano Pilato
Suono: Giorgio De Santis
Luci e fonica: Alberto “Abi” Battocchi
Costumi: Adelia Apostolico
Maschere: Emidio Bosco

Testina è un uomo forte, dal fisico slanciato, dallo sguardo furbo e impenetrabile. Un lupo di mare, si direbbe, come ce ne sono molti a Livorno negli anni immediatamente successivi alla Liberazione. Cosetta è una donna piccolina, tenace e tutta d’un pezzo. Forse è l’unica che riesce a tener testa a suo marito, ed infatti è la guerra, “un giorno sì e l’altro pure”. Lui invaghito del mare e delle sue profondità, che gli regalano la pace ma anche il pane per sfamare i propri figli; lei gelosa ed orgogliosa, eppure sicura che il suo “palombaro d’acqua dolce” tornerà a casa, come ogni sera.

Sullo sfondo di questa storia d’amore sospesa tra la terraferma e gli abissi marini, una città che si risveglia dall’incubo della guerra. Livorno torna a vedere la luce del sole, come gli sfollati della Valle Benedetta che escono finalmente dai loro rifugi sotterranei, o come i relitti che i palombari riportano in superficie per liberare l’accesso al porto.

Dove: Teatro de LiNUTILE
Indirizzo: Via Agordat 5, Padova
Inizio spettacoli: ore 21
Biglietto intero: 10€
Biglietto ridotto: 8€ (Studiare a Padova Card, corsisti TOP, bambini fino ai 12 anni)
Prenotazioni:
info@teatrodelinutile.com – tel. 049/2022907

Rassegna inserita all’interno della stagione TOP – Teatri Off Padova