Gran finale, sabato 3 dicembre alle 21.00 con il Premio “LiNUTILE del Teatro”. L’ottava edizione ha visto giovani attori divertire il pubblico raccontando le proprie manie all’insegna dello «Sto in fissa». La serata di sabato vedrà finalmente premiati i vincitori o le vincitrici delle tre serate, che meglio sono riusciti a portare alla luce le manie e le fissazioni di ciascuno di noi.

La serata inizierà alle 21.00, con l’esibizione e la premiazione dei monologhi vincitori. A salire sul palco saranno poi quelli che sono stati i ciceroni del Premio di quest’anno: Annalisa Dianti Cordone e Daniele Gattano questa volta in veste di performer per rendere unica la serata.

annalisa-dianti-cordone-2daniele-gattano-credit-gianluigi-sansonetti

Annalisa Dianti Cordone, nota al grande pubblico per la sua partecipazione a Zelig, Colorado, il Boss dei Comici (LA7), nonché protagonista della nuova messa in scena di “Un Mandarino per Teo” della premiata ditta Garinei e Giovannini (G&G), prodotta dalla Teo Srls, che sarà al Teatro Verdi di Padova il prossimo 28 gennaio, porterà al Teatro de LiNUTILE, “Volevo nascere orfana”, una carrellata esilarante di personaggi femminili, alle prese con i drammi della vita quotidiana, resi magistralmente dalla malleabilità attoriale dell’attrice. Un talento premiato l’anno scorso con il Premio “LiNUTILE del Teatro” per il suo spettacolo “Sai che ti dico, boh”.

Special guest Daniele Gattano, reduce dal successo televisivo di Colorado e dallo spettacolo “Le scoperte geografiche” di Marco Morana per la regia di Virginia Franchi. In “Out” il giovane attore racconterà, con la verve comica che lo contraddistingue, il suo coming out, il suo rapporto con gli uomini e con le donne, partendo da se stesso per poi raccogliere comunque le esperienze di molti.
Per i contenuti spettacolo è consigliato per un pubblico dai 14 anni di età.

BIGLIETTI

Intero: 10 euro (adulti)
Ridotto: 7 euro (under18, corsisti Accademia de LiNUTILE, Studenti con Studiare a Padova Card)

Prenotazioni: info@teatrodelinutile.com